Veterinaria

Cultura equestre : vizi e abitudini del cavallo

illustrazione love stock...jpg

Sebbene i cavalli imparino velocemente, non tutte le situazioni che memorizzano sono positive per loro.
Un gruppo di comportamenti ripetitivi o stereotipati può essere visto in singoli cavalli in qualsiasi scuderia. Questi modelli di comportamento sono noti come vizi, perché il cavallo non sembra avere alcuna scelta nel decidere se continuare o meno a svolgere l'attività - se c'è lo stimolo appropriato, il cavallo si comporterà di conseguenza.

facebook

Veterinaria: I Cavalli riconoscono il volto umano? La risposta è sì!

cavallo e riconoscimento..jpg

Un articolo pubblicato nel mese di Aprile 2020 sulla rivista Scientific Reports ha dimostrato che i cavalli, soprattutto le femmine, siano in grado di identificare i singoli proprietari grazie anche all'impiego di un riforzo positivo (ricompensa) oltre che alla somministrazione di stimoli ed indizi di tipo olfattivo, uditivo o visivo.

facebook

Veterinaria: La salute dentale del cavallo

cavallo grigio..jpg

E' molto importante garantire ai nostri cavalli un'attenta cura dei denti: una corretta salute dentale contribuisce al miglioramento dello stato di salute generale dell'animale, incrementandone il benessere ed il rendimento nelle prestazioni sportive.
In un lavoro del Dottor Henry Tremaine viene spiegato in modo chiaro e molto dettagliato l'importanza di una corretta "dental care" negli equini.

facebook

“No hoof, no horse” , l'importanza dello zoccolo

foto mascalcia...jpg

Nonostante le loro dimensioni e forza, i cavalli sono animali notoriamente fragili. Quattro gambe snelle e piccoli zoccoli devono sopportare l'intero peso del cavallo.
I cavalli sono sempre stati importanti per l'uomo, per l'economia e per la società. Si è scritto molto sull'importnza del cavallo nella vita di tutti i giorni, soprattutto nei secoli scorsi.

facebook

La Palm Beach Equine Clinic fornisce cure di fama mondiale ai circuiti WEF e AGDF 2021

palm Equine Clinic.jpg

Wellington, FL - Il primo ospedale veterinario equino Palm Beach Equine Clinic tornerà come veterinario ufficiale del Festival equestre invernale 2021 (WEF) e dell'Adequan® Global Dressage Festival (AGDF) fino al 4 aprile presso il Palm Beach International Equestrian Center (PBIEC) a Wellington, FL.

facebook

Veterinaria: La Sindrome di Cushing nel cavallo

cavallo.jpg

La Cushing disease, anche definita Iperadrenocorticismo, può insorgere in diverse specie animali ed è infatti molto comune anche nel cane e nel gatto, oltre che negli equini.
Tale patologia, che spesso insorge nei cavalli anziani dopo il diciannovesimo anno di età, è dovuta ad un disturbo del funzionamento dell'asse endocrino ipotalamo-ipofisi-ghiandola corticale del surrene.

facebook

Sequenziamento genico nei cavalli: cosa si nasconde dietro al DNA?

DNA...jpg

Il sequenziamento del genoma del cavallo domestico ed i successivi conseguenti progressi nell'ambito della genomica equina, la scienza che studia il genoma dei cavalli, hanno portato allo sviluppo di particolari strumenti per valutare l'origine di particolari malattie degli equini.

facebook

Ippoterapia e autismo: gli effetti delle attività svolte con i cavalli sulla socialità di bambini e adolescenti autistici

ippoterapia...jpg

Storicamente, gli antichi greci consideravano i cavalli non solo un mezzo di trasporto, ma anche un modo per migliorare la salute ed il benessere di individui sia sani che disabili. Ippocrate fu il primo a descrivere i benefici dei cavalli a scopi riabilitativi, coniando il termine “ippoterapia” che deriva infatti dal greco antico e significa "trattamento con l'aiuto del cavallo".

facebook

Veterinaria: origine genetica del manto baio nei cavalli

cavallo baio....jpg

Un gruppo di ricercatori operanti presso il Dipartimento di Bioscienze e Patologia presso l'Università di Medicina Veterinaria in Virginia ha dimostrato che il colore baio nei cavalli domini rispetto al manto sauro e morello.
Per definirlo sono stati studiati puledri derivanti dall'incrocio di uno stallone morello e madri con manti differenti.

facebook

Veterinaria: cenni di anatomia.

foto club hongisto...jpg

La nostra rubrica veterinaria, prende spunto dal libro "la zoppia del cavallo, conoscere per capire" scritto dal grande conoscitore esperto e veterinario, che molti intenditori del settore hanno conosciuto, il Dott. Vittorio Meschia.
Crediamo di rendere onore a un grande uomno di cacvalli, riportando, di tanto in tanto, alcuni suoi appunti, che qualche anno fa ha voluto raccogliere in un piccolo volume, quasi tascabile, molto sobrio, come solo lui sapeva essere.

facebook

Veterinaria: l'evoluzione della fisiologia e della postura equina

foto hongisto ...jpg

"La zoppia è evenienza molto variabile che può coinvolgere varie strutture con imperfezioni talvolta evidenti talvolta difficili da interpretare, che compromette la salute del cavallo, il suo rendimento nel lavoro e il suo valore venale.
Non è da trascurare l'aspetto giuridico: molte cause sono derivate da zoppie non curate o occulte. Infatti nei testi di medicina legale veterinaria esistonointeri capitoli riguardanti proprio le evenienze che possono portare alla recessione del contratto di vendita.

facebook

Cellule staminali mesenchimali negli equini: come si ottengono e i possibili impieghi

cavallo libero.....jpg

Le cellule staminali totipotenti sono cellule non ancora specializzate in grado di moltiplicarsi, auto-rinnovarsi e differenziarsi, andando a formare un qualsiasi tessuto biologico dell’organismo.
Queste caratteristiche rendono le stem cells ottimali per intraprendere la riparazione di tessuti danneggiati in qualsiasi sistema vivente, pertanto un trattamento basato sull’impiego di questo tipo di cellule risulta possedere un enorme potenziale terapeutico.

facebook

Trattamento delle lesioni teno-desmiche nel cavallo sportivo

gambe posteriori...jpg

Da sempre le lesioni a livello tendineo e dei legamenti del cavallo sportivo costituiscono patologie complesse per via dei tempi di guarigione lenti e, spesso, dei risultati incompleti al termine dei trattamenti.

facebook

A Parma per una Laurea su misura

image021.jpg

Il Corso di Laurea in SCIENZE E TECNICHE EQUINE afferisce alla Classe 40
(Scienze e tecnologie zootecniche e delle produzioni animali) e si
svolge nella Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università di Parma, è l'unico nel suo genere in Italia. Il numero degli studenti al primo anno di corso è fissato per la prima
attivazione in un numero di 50 unità con intervallo di variabilità
compresa fra un minimo di 25 e un massimo di 75. Per essere ammessi al
CL in STE, gli studenti devono essere in possesso di un diploma di

facebook

Veterinaria e allevamento: la nomenclatura zoognostica dal libro del dottor Vittorio Meschia

gambe...jpg

Nella nomenclatura zoognostica alcune parti del corpo equino hanno una denominazione che non corrisponde alle porzioni anatomiche reali.
Il garrese: formato dalle apofisi spinose molto pronunciate delle prime 6-7 vertebre dorsali, delimita la parte alta della spalla ed il punto in cui si misura l'altezza del cavallo.
Per un corretto rilevamento dell'altezza il cavallo deve essere ben piazzato e su terreno pari, con l'uso dell'ippometro (un metro ad asta sul quale scorre una guida che, appoggiata sul garrese, ne dà l'esatta misura) si procede alla misurazione.

facebook

Veterinaria: arti posteriori a cura del dott Vittorio Meschia

arto_posteriore.preview.jpg

FRA TUTTE LE STRUTTURE MUSCOLARI E TENDINEE DEGLI ARTI ANTERIORI E POSTERIORI ALCUNE SONO PIU FACILMENTE SEDE DI LESIONI O DI MALATTIE CHE CAUSANO LA ZOPPIA.

I muscoli che collegano la spalla al tronco, i sopraspinosi e gli infraspinosi (lungo la cresta dorsale), sono interessati nelle distorsioni e nelle distrazioni alla spalla, come anche il muscolo deltoide che fascia l'articolazione scapolo omerale.
Sede di lesioni sono anche i muscoli dell'avambraccio ed i relativi tendini.

facebook

Veterinaria: La mutazione genetica che determina il manto grigio nel cavallo

cavallo grigio....jpg

La mutazione genetica responsabile del colore particolarmente attraente dei cavalli grigi è stata
individuata per la prima volta da un gruppo di ricercatori dell'Università di Uppsala in Svezia in un
lavoro pubblicato nel luglio 2008 sulla rivista Nature Genetics. Stiamo parlando di un team internazionale di esperti che non ha soltanto scoperto la mutazione responsabile di questa caratteristica, ma ha anche identificato un gene particolare che riconduce ad un antenato che visse migliaia di anni fa.

facebook

Utilizzo di cellule staminali nelle lesioni tendinee

cavallo-bello_sm.jpg

I risultati preliminari di uno studio condotto in collaborazione tra il Royal Veterinary College (RVC) e il Japan Racing Association (JRA) incoraggiano l'utilizzo di cellule staminali, prelevate dal midollo osseo, nel trattamento delle lesioni tendinee.
I risultati dell' RVC indicano che con l'utilizzo della terapia con cellule staminali, nelle lesioni superficiali del tendine flessore del dito (SDFT), si riducono in maniera significativa le ricadute in un periodo di tre anni, rispetto ai trattamenti convenzionali.
La più frequente lesione tendinea nel cavallo è la SDFT.

facebook

Centri Ippici

facebook