Cultura Equestre

Il cavallo, un animale mitologico

poseidone...JPG

Il cavallo è stato uno dei primi animali con cui l’uomo è entrato in contatto e da quel momento l’ha sempre accompagnato nel corso della sua storia, assumendo man mano diversi ruoli e diversa importanza, ma senza che si riducesse il fascino da lui esercitato, il che ha fatto sì che il cavallo sia stato uno dei principali soggetti rappresentati nell’arte, a partire fin dalle pitture rupestri risalenti a circa 25000 anni fa.

facebook

Cultura Equestre: la conduzione a mano

cavallo nel box welcomia.jpg

Anzitutto parliamo dell'avvicinamento al cavallo. L'animale deve percepire il nostro arrivo con un minimo di preavviso: seguite una traiettoria obliqua dal davanti, usate la voce, evitate sempre un avvicinamento improvviso e da tergo.

facebook

Musica e cavalli: ascolto ed emozione

le iene....jpg

Battito e ritmo sono elementi insiti in ogni essere vivente: fin dal momento in cui si è nel grembo materno, ognuno è circondato da suoni e ritmi, a partire dalla pulsazione del cuore della madre. Il ritmo appartiene ad ognuno di noi e ne sappiamo riconoscere la scansione e l’energia che ci trasmette in ogni momento e in ogni contesto della vita: la natura stessa, gli animali, i canti degli uccelli, il ciclo della vita, sono improntati sulla dinamicità e sulla successione ritmica degli eventi, e i cavalli non sono da meno.

facebook

I cavalli: anche loro eroi nelle guerre

foto cavalli in guerra.png

I cavalli hanno combattuto a fianco degli uomini, coraggiosamente e impavidamente, spesso ignari di ciò che li avrebbe aspettati, del destino a cui sarebbero andati incontro e di quello che avrebbero dovuto affrontare, lontani dalle loro case e dai loro padroni, reclutati per servire la Patria.
Il loro impiego sui campi di battaglia risale a tempi ancestrali, tuttavia, in seguito all’epoca Napoleonica, il ruolo della cavalleria venne lentamente rimpiazzato dall’invenzione e dal perfezionamento delle armi.

facebook

Lo spirito gregario dei cavalli visto con gli occhi del pittore seicentesco Paulus Potter

cavallo pezzato...jpg

Il cavallo pezzato è un'opera dell'artista olandese Paulus Potter (Enkhuizen 1625 - Amsterdam 1654), realizzata negli ultimi anni della sua vita, precocemente interrotta a causa di una malattia, alla giovane età di 29 anni. Nel corso della sua carriera il pittore ha sempre prediletto animali e paesaggi come soggetti delle proprie tele, ma i cavalli in particolare occupavano un posto speciale nel cuore dell'artista, che offrì un fecondo contributo alla pittura Barocca e alle epoche successive, nonostante la morte prematura.

facebook

Slow feeding: un piccolo accorgimento per favorire la salute del cavallo

slow feeding...jpg

Negli ultimi anni l’attenzione che viene riposta nei confronti del benessere dei cavalli è per fortuna molto aumentata, e in molti casi proprietari e cavalieri cercano di avvicinarsi il più possibile alle esigenze dei loro cavalli, piuttosto che alle proprie o a quelle del maneggio. Per poter fare questo è però necessario avere qualche conoscenza di base sulla fisiologia dei cavalli e anche sulla loro etologia, dunque sul loro comportamento naturale.

facebook

I cavalli secondo il Premio Nobel per la letteratura Pablo Neruda: animali perfetti, accesi ed intensi

cavalli al vento...jpg

PABLO NERUDA
Cavalli, da “Estravagario” (1958)

facebook

La tensione che precede la gara nei "Fantini prima della corsa" di Edgar Degas

Fantini prima della corsa.Degas.JPG

Il quadro rappresenta una scena di fantini e cavalli  negli istanti che precedono lo start di una gara. Degas (Parigi 1834 – Parigi 1917), famoso per i suoi ritratti di ballerine, rappresenta uno degli esponenti più rappresentativi del movimento impressionista che dalla seconda metà dell’800 ai primi del ‘900 crebbe e si sviluppò in Francia, interessando soprattutto l’ambito artistico e culturale parigino.

facebook

I cavalieri di Fidia nell'Antica Grecia e il primo trattato di equitazione della storia

Cavalieri fidia partenone occidentale.jpg

I "Cavalieri" di Fidia decoravano la parte superiore del fregio occidentale del Partenone, un tempio greco di ordine dorico che sorge sull'acropoli di Atene e che rappresenta tutt'oggi il più famoso reperto dell'antica Grecia.
L'opera è una meravigliosa scultura di marmo pentelico, alta circa 1 m, realizzata tra il 438 e il 432 a.C. dallo sculture Greco prima citato e che, in quel tempo, brillava di tinte accese e vivaci.
Oggi i "Cavalieri" sono esposti al British Museum di Londra.

facebook

Vacanza nella Sardegna più vera, ricca di suggestioni, cavalli e fascino

vacanza ippica in sardegna...JPG

Molti turisti che hanno frequentato la Sardegna si saranno sentiti suggerire più volte di girare lo sguardo ora volto verso il mare, alle loro spalle e di osservare l’interno della zona costiera.
Così facendo, anche se magari inizialmente in modo un po’ distratto dalla bellezza del mare unico che hanno davanti a loro, avranno iniziato ad intravvedere un mondo affatto diverso da quello che immaginavano e che hanno prima d’allora conosciuto in Italia o in altre parti del mondo.
Ma è ancora poco.

facebook

Centri Ippici

facebook
Condividi contenuti