Cultura Equestre

In onda su Rai VDA una serie sul mondo equestre

FITETRECturismo.jpg

Dal turismo equestre alla monta americana, passando per tutte le attività dedite alla cura del cavallo con figure tecniche e produttive collegate, come il maniscalco e il sellaio, l’equitazione si presenta in 10 episodi su RAI VdA: un palinsesto che corre dal 13 settembre 2021 al 15 novembre 2021.

Grande protagonista, il cavallo, atleta versatile e amico d’eccezione, all’interno di una scenografia che apre scorci paesaggistici mozzafiato, in un viaggio itinerante per la Valle d’Aosta.

facebook

Nutrizione equina: Guida ai macronutrienti nella dieta del cavallo

Foto 1 Macronutrienti_.jpg

Carboidrati, grassi e proteine sono i tre principali macronutrienti, indispensabili per tutte le funzioni vitali. Ma qual è esattamente il loro ruolo? Come e dove vengono digeriti e assorbiti? E quali sono le loro fonti principali?

Carboidrati
Ogni giorno, il cavallo ha bisogno di una certa quantità di energia che ricava principalmente dai carboidrati. È necessaria per il mantenimento della condizione corporea e lo svolgimento dei vari processi biologici.

facebook

Come i cavalieri di dressage creano la colonna sonora per il loro test di freestyle

Leslie Potter US Equestrian - Steffen PEters e Suppenkasper_.jpg

Per gli appassionati di dressage, il freestyle musicale è un momento clou di ogni competizione. Anche gli spettatori che non hanno familiarità con la complessità dello sport possono apprezzare un buon freestyle a tempo di musica, come dimostra il successo sui social dell'atleta di dressage Steffen Peters con Suppenkasper (denominato Mopsie) alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

facebook

Osteopatia equina: il trattamento del cavallo anziano

Osteopatia equina.JPG

Come può l’osteopatia aiutare un cavallo anziano?
Quando si parla di osteopatia si legge quasi sempre di trattamenti per soggetti sportivi e in piena attività agonistica, ma non è sempre così.
Almeno la metà dei miei pazienti sono ormai pensionati o eseguono un lavoro leggero.
Il problema costante in questi soggetti è l’artrosi o l’artrite, che portano di conseguenza a ridurre le attività quotidiane o l’insorgere di stanchezza, affaticamento e dolori vari.

facebook

Nutrizione equina: Cos’è il Tying Up?

Foto 1 Tying up_.jpg

Il Tying Up è una sindrome metabolica che colpisce l’apparato muscolare dei cavalli sportivi. I segni clinici sono vari e vanno da una semplice rigidità post sforzo a veri e propri dolori che possono anche causare l’incapacità di movimento del cavallo.
I segnali che può dare sono svariati, dal passo rigido che peggiora con il movimento, alla riluttanza a ricominciare a camminare dopo un alt. Il cavallo può presentare anche una sudorazione diffusa ed un’elevata palpitazione, respirazione e tremori. Al tatto i muscoli sono rigidi e presentano crampi.

facebook

VERONAFIERE, GREEN PASS OBBLIGATORIO PER MANIFESTAZIONI, EVENTI E CONVEGNI

Sicurezza_VeronaFiere_FotoEnnevi...jpg

Già adottato un protocollo safetybusiness con biglietti digitali, termoscanner, sanificazione degli ambienti
e molte altre misure in linea con le disposizioni ministeriali anti-Covid
 

facebook

ULTIMO GIRO D'ONORE PER RAHOTEP DE TOSCANE AI PIEDI DELLA TORRE EIFFEL

Copyright photos _ Jessica Rodrigues.jpg

Sabato 26 giugno alle 21.30: nell'ultimo giro d'onore, Rahotep de Toscane, in pensione da aprile, medaglia d'oro a squadre alle Olimpiadi di Rio del 2016 montato da Philippe Rozier, sarà premiato durante la tappa LGCT del Longines Paris Eiffel Jumping.
L'occasione per dire addio a un campione e rendere omaggio a questo straordinario stallone grigio. Il suo proprietario Christian Baillet, il suo cavaliere Philippe Rozier e la sua groom Maud Ligouzat hanno parlato del loro Rahotep.

facebook

Quando al cavallo spuntano le ali: l’ippogrifo, dall'Orlando Furioso a Harry Potter

Hippogriff..png

Quando l’osservazione del reale si incontra con la fantasia, spesso ai cavalli spuntano le ali, grandi e forti ali piumate, dai riflessi mobili e cangianti, come quelle di Pegaso, il famoso cavallo alato, conosciuto fin dalla diffusione delle leggende della mitologia greca, oppure quelle ancora più straordinarie dell’ippogrifo.

facebook

Il binomio cavallo-cavaliere nel San Giorgio e il drago di Rubens

9F987CE3-AF6A-40C2-BFE0-508A64D94D4B.jpeg

Molti degli artisti del periodo barocco, alla ricerca di immagini che esprimessero un senso di dinamicità, movimento ed energia, predilessero come soggetti delle loro tele i cavalli, che emergono nell'arte seicentesca quasi come fossero un'ossassione per gli artisti del tempo.
Fra questi, uno dei primi a fare dei cavalli un oggetto prediletto delle proprie tele fu il pittore fiammingo Pieter Paul Rubens.

facebook

Quando l’equitazione divenne sport olimpico

65E91A42-7F1C-4AAD-B572-44DAF1B8134B.jpeg

Siamo nella Parigi della Belle Époque, precisamente nel 1900, quando l’equitazione fece il suo debutto ai Giochi Olimpici.
Storicamente in Italia l’equitazione denominato come “sport equestre” trova le origini nella Scuola di equitazione di Venaria Reale, dove si tennero nel 1884 il primo concorso ippico nazionale e nel 1902 il primo concorso internazionale.

facebook

Centri Ippici

facebook