Ippica

Visarno. Nello storico Premio Duomo la mina vagante Achille Blv

75° G.P. Duomo.png

Gran bella domenica.l'ultima di novembre, si annuncia quella che andrà in scena all'ippodromo fiorentino del Visarno con diversi soggetti in grado di iscrivere il proprio nome nello storico Premio Duomo che metterà in palio €110.000.

facebook

Gran Galà Internazionale dell'Anglo-Arabo. La domenica-special di San Rossore.

San Rossore 1.jpg

Saranno 6 le corse previste dal programma ma sicuramente l'attenzione maggiore sarà rivolta a quella che chiuderà una domenica speciale all'ippodromo pisano di San Rossore.
Ad iniziare dal numero dei cavalli, ben 15 alla partenza, continuando con diverse voglie di rivincite tra i protagonisti e terminando con un terno ippico tutto da decifrare anche sulla scorta di quella che sarà la gradazione del terreno.

facebook

Capannelle-galoppo. Ultima domenica sull'erba

Capannelle galoppo.jpg

Dopo il prossimo convegno di martedi per rivedere il galoppo sull'erba nell'ippodromo romano bisognerà attendere i primi di marzo del 2022 che aprirà alla fantastica stagione primaverile nel mentre tutto proseguirà solo sulla pista all weather.

facebook

Il bene e il male dei social media per l'ippica.

Social.jpg

L'avvento dei social ha offerto la possibilità anche agli amici dell'ippica di aprire siti di settore sui quali quotidianamente si riversano in alternanza commenti di giubilo o improperi senza far mancare spesso una leggera ironia.

facebook

Modena. Un G.P. Unione Europea nel segno di Bengurion Jet

Modena.jpg

Il piatto forte del convegno odierno all'ippodromo della Ghirlandina è il Premio Unione Europea e non solo per la dotazione di €330.000 che porta, in un periodo di crisi, attenzione.
A partire dal qualitativo numero dei 4 anni in una prova internazionale alle conferme possibili per finire a ritrovati ed auspicati stati di forma da parte di alcuni soggetti il tutto spinge a puntare gli occhi su questo impegno modenese.

facebook

Nel Prix de Bretagne inizia il cammino di Zacon Giò verso l'Amerique.

Bretagne.jpg

E' la prima delle quattro corse identificate con la lettera "B" dove i primi 3 cavalli al traguardo beneficiano della priorità di partecipazione all'Amerique.
Un Prix de Bretagne che sulla distanza dei 2700 metri offrirà la possibilità di verificare la preparazione raggiunta dall'indigeno Zacon Giò dopo le cure di J.M. Bazire, la sua predisposizione o meno alla distanza e quali eventuali speranze di poter proseguire verso il sogno della corsa più prestigiosa nell'ultima domenica di gennaio su quella stessa pista di Vincennes.

facebook

Ghirlandina. Nel Città di Modena Bravo di Ruggi tenta il poker

Ghirlandina.jpg

La prossima domenica l'ippodromo della Ghirlandina vivrà il suo clou nel Premio Città di Modena con 6 cavalli di 4 anni al via tra i quali due presentati dal Team Gocciadoro ed altrettanti allenati da Gennaro Casillo.
Il driver di Noceto si accomoderà in sulky a BRAVO DI RUGGI affidando le lunghe redini di BON JOVI JET a Federico Esposito mentre il tosco-campano Casillo vedrà BARBABLU' correre nuovamente con Antonio Di Nardo in sediolo e BAT HOST per la prima volta con Enrico Bellei.

facebook

Capannelle-Trotto. Ultimi lampi 2021 con il doppio G.P. ANACT

ANACT.png

L'attenzione degli amici del trotto romano sarà proiettata in particolare ai nati nel 2019 impegnati nel doppio Gran Premio ANACT in programma sabato 20 novembre.
Una competizione alla quale si arriva dopo quattro prove di qualifica disputate a Treviso, Milano, Roma e Napoli con i primi tre di ciascuna ad ottenere il pass per la finale.

facebook

I 3 anni protagonisti nel sabato dell'Arcoveggio.

Gubellini.jpg

Porte aperte sabato 20 novembre all'ippodromo bolognese per una riunione che vedrà al proscenio i 3 anni impegnati nella quinta e sesta corsa unitamente al ritorno di Pietro Gubellini a gareggiare all'Arcoveggio.

facebook

Montegiorgio. Gualdo Tadino grazie a Global Trustworthy vince il 31° Palio dei Comuni

Palio Comuni.jpg

Un finale incredibile che ha fatto gioire il pubblico presente all'ippodromo San Paolo di Montegiorgio. E' stata la retta finale dei 1600 metri che ha fatto trattenere il fiato con Antonio Di Nardo in sulky ad Akela Pal Ferm che spingeva in testa al massimo già pregustando una vittoria, tra l'altro annunciata, ed Alessandro Gocciadoro alla guida dello svedese Global Trustworthy che effettuava all'esterno una rimonta pazzesca sulla battistrada riuscendo a superare di un nulla sul palo d'arrivo la 5 anni allenata da Gennaro Casillo.

facebook

Centri Ippici

facebook