Veterinaria

Nutrizione equina: Guida ai macronutrienti nella dieta del cavallo

Foto 1 Macronutrienti_.jpg

Carboidrati, grassi e proteine sono i tre principali macronutrienti, indispensabili per tutte le funzioni vitali. Ma qual è esattamente il loro ruolo? Come e dove vengono digeriti e assorbiti? E quali sono le loro fonti principali?

Carboidrati
Ogni giorno, il cavallo ha bisogno di una certa quantità di energia che ricava principalmente dai carboidrati. È necessaria per il mantenimento della condizione corporea e lo svolgimento dei vari processi biologici.

facebook

Osteopatia equina: il trattamento del cavallo anziano

Osteopatia equina.JPG

Come può l’osteopatia aiutare un cavallo anziano?
Quando si parla di osteopatia si legge quasi sempre di trattamenti per soggetti sportivi e in piena attività agonistica, ma non è sempre così.
Almeno la metà dei miei pazienti sono ormai pensionati o eseguono un lavoro leggero.
Il problema costante in questi soggetti è l’artrosi o l’artrite, che portano di conseguenza a ridurre le attività quotidiane o l’insorgere di stanchezza, affaticamento e dolori vari.

facebook

Nutrizione equina: Cos’è il Tying Up?

Foto 1 Tying up_.jpg

Il Tying Up è una sindrome metabolica che colpisce l’apparato muscolare dei cavalli sportivi. I segni clinici sono vari e vanno da una semplice rigidità post sforzo a veri e propri dolori che possono anche causare l’incapacità di movimento del cavallo.
I segnali che può dare sono svariati, dal passo rigido che peggiora con il movimento, alla riluttanza a ricominciare a camminare dopo un alt. Il cavallo può presentare anche una sudorazione diffusa ed un’elevata palpitazione, respirazione e tremori. Al tatto i muscoli sono rigidi e presentano crampi.

facebook

Veterinaria: Mantenere i cavalli in forma mediante prevenzione e trattamento della zoppia

Dr Marilyn Connor foto by Erin Gilmor PBEC...jpg

La nostra responsabilità con i cavalli è di mantenerli sani ed in salute: sono atleti, ma soprattutto compagni di vita incredibili ed è importante che siano curati e trattati come tali.
Non si può paragonare un giocatore di calcio, un maratoneta o un ginnasta ad un "cavallo-atleta", ma un qualsiasi proprietario di cavalli sa che è necessario lo stesso livello di dedizione per consertirgli di vivere e lavorare nel migliore dei modi.

facebook

Terapie rigenerative nel cavallo sportivo

agenda_1.jpg

Quando i cavalli non si comportano secondo i loro standard abituali, indipendentemente dalla disciplina, i segni possono essere sottili. Di solito, è il cavaliere che per primo si accorge di questi segnali, talvolta molto sottili, e si chiede se ci sia qualcosa che non vada. Un cavallo può improvvisamente mancare di impulso, essere irregolare nel passo o inciampare più del solito. I cavalieri possono facilmente attribuire questi problemi a delle loro eventuali mancanze, ma il veterinario è in grado di capire se, e decidere quando, ci può essere un problema di fondo e quale possa essere.

facebook

Veterinaria: cavalli e reazioni allergiche

HSJ credits....jpg

Con le temperature più calde e le fioriture primaverili che aumentano i livelli di polline, sembra che tutti all'interno delle scuderie, umani ed animali, inizino a manifestare tosse e congestione nasale o delle vie respiratorie. Il dottor David Priest della Palm Beach Equine Clinic, medico veterinario specializzato nella salute respiratoria equina, ha condiviso le sue conoscenze su come affrontare le allergie e aiutare i cavalli a respirare più agevolmente.

facebook

AROMATERAPIA E OSTEOPATIA

osteopatia....JPG

Sempre più persone vogliono usare gli oli essenziali per aiutare i propri animali, amo questo tipo di approccio alternativo alla medicina perché permette di ottenere grandi risultati.
L'aromaterapia sfrutta il potere degli oli essenziali per stimolare il benessere generale.

facebook

Veterinaria: non solo coliche ma c'è anche la colite

cavalli inverno...foto nigelb 10.jpg

Ogni volta che mi imbatto in qualche problema che coinvolge un cavallo giovane fino a portarlo alla morte, malgrado occuparmi della loro salute sia il mio lavoro, mi chiedo cosa possa essere successo di tanto grave da alterare così drammaticamente l’equilibrio di un soggetto apparentemente in salute. E allora leggo e studio per giorni e sere nel tentativo di trovare nuove risposte, malgrado quella specifica patologia che già la conosca bene.

facebook

Amido e zuccheri nell’alimentazione del cavallo sono importanti?

Foto 2 amido e zuccheri...jpeg

Nell’opinione comune si sta diffondendo una teoria secondo la quale un’alimentazione troppo ricca di amido e zuccheri sia inadatta alla fisiologia del cavallo. Questo può essere vero nel caso di patologie che possono essere aggravate dai troppi zuccheri della dieta (come Tying Up, laminiti, coliche, insulino-resistenza e obesità). Tuttavia ridurre amido e zuccheri in un soggetto sano, può portare ad un’alimentazione scorretta che non soddisfa i fabbisogni e comporta carenze importanti, rischiando addirittura di compromettere le performance del cavallo.

facebook

Nervo vago ed osteopatia equina

Osteopatia equina Francesca Motta.JPG

Cosa c’entrano queste due parole tra di loro?
Il nervo vago è uno dei dodici nervi cranici del cavallo, nasce a livello dell'encefalo e ha una funzione sensitiva e motoria.
In osteopatia si può eseguire un trattamento interamente incentrato su di esso e sul sistema nervoso parasimpatico.
Il nervo vago è un regolatore della maggior parte degli organi viscerali interni, stimola la quiete, il rilassamento, il riposo, la digestione e l'immagazzinamento dell'energia.
Le sue caratteristiche principali sono:

facebook

Centri Ippici

facebook