Semifinale assicurata per Julius Baer, Malo ancora da definire

polo_costa_smeralda.jpg

Coppia di partite con l’identico motivo conduttore ieri nella quarta giornata della “Julius Baer Summer Master Cup 2008” di polo in notturna sul vasto rettangolo di gioco dello Shergan Club in Costa Smeralda. Nella prima è sceso in campo Malo che doveva assolutamente battere  - ed infatti ha vinto per 8 a 4 ½ - il Cala di Volpe (ormai destinato alla Sardinia Cup che vedrà opposti i terzi classificati di ogni gruppo) per sperare ancora di accedere alle semifinali; mentre nella successiva lo stesso discorso è valso per Julius Baer, il quale è riuscito a superare (6 a 4) Audi ormai certa semifinalista.
Attualmente la situazione vede nel primo gruppo Julius Baer promosso alle semifinali di sabato sera (domenica pomeriggio le finali) e Malo a 3 punti, il quale però deve – per sapere chi sarà il secondo semifinalista del gruppo – attendere l’esito dell’incontro di venerdì fra Web Eyewear  (a 2 punti) contro Jaeger-LeCoultre. Nel secondo gruppo Audi e Jaeger-LeCoultre sono ormai sicuri semifinalisti. Nella classifica dei cannonieri svetta Pablo Pieres con 15 goal.
La partita che ha opposto il Cala di Volpe (capitanato dall’americano Tom Jr. Barrack e avvantaggiato da 1 goal e mezzo per minor handicap complessivo) al Malo (capitano l’austriaco Walter Scherb) è vissuta sul tentativo - spesso fallito – del team di casa di limitare i danni delle funamboliche incursioni dell’argentino Pablo Pieres, andato a segno 6 volte; hanno consolidato il bottino del Malo i suoi connazionali Santiago Marambio (1) e Josè Irusta (1). Per il Cala di Volpe hanno segnato il messico-yankee Julio Gracida (2 su punizione) ed il sudamericano Pablo Jauretche, mentre Morgan Chiarella si è fatto notare, nel primo tempo, per il veloce grigio purosangue, ex-galoppatore delle Capannelle  Malambo.
Il Julius Baer è stato facilitato nell’impresa (“ho temuto a lungo che non ce l’avremmo potuta fare” ha confessato alla fine il capitano Gian Luigi Marchiorello) di battere la granitica compagine dell’Audi – assemblata dall’esperto patron Luca D’Orazio – da ben quattro punizioni fallite (e tre centrate) dal bomber argentino Santiago Toccalino, al quale si sono aggiunti i compatrioti Manuel Carranza nelle marcature (1) e Juan Pedro Chavanne nel lavoro di arginatura degli avversari. Questi sono stati guidati all’assalto da uno scatenato Juan Gonzales (3) e dagli altri argentini Agustin Garcia Grossi (2) al solito presente a tutto campo e Paulo Bertola (1), che sicuramente rivedremo tutti protagonisti pure nelle prossime giornate.
Il torneo riprenderà domani alle ore 21 con l’unica e ultima partita di qualificazione fra Jaeger-LeCoultre e Web Eyewear; oggi riposo per i giocatori e soprattutto per i cavalli, al solito eccezionali nelle prestazioni. Un’equipe della Clinica Medico Veterinaria dell’Università di Sassari ne sta monitorando – come si fa per gli atleti di alto livello – un gruppo, per studiare la loro capacità di recupero.      

facebook

Centri Ippici

facebook