Hubside Jumping Grimaud: doppietta per Holly Smith e vittoria di Gaudiano nella 1.50m

Photo (Holly Smith & Denver) ©Sportfot.jpg

Già vincitrice nel CSI 5* 1.50m Grand Prix di giovedì, la britannica Holly Smith e la sua fantastica Denver hanno avuto ancora una volta l'ultima parola nella principale categoria di ieri, venerdì 24 settembre, nel 1.55m Grand Prix! La medaglia di bronzo a squadre ai Campionati Europei 2019 (Rotterdam) ha dato del filo da torcere alle sue avversarie. Con non meno di 41 partenti, tra cui il numero 1 del mondo, il tedesco Daniel Deusser, l'americana Laura Kraut, il campione olimpico svedese a squadre Peder Fredricson (#2), i francesi Kevin Staut (#9), Simon Delestre (#17), Nicolas Delmotte, Julien Epaillard (#15) o gli irlandesi Billy Towmey, Mark McAuley e Denis Lynch, era chiaro che la battaglia sarebbe stata dura. Sedici hanno raggiunto il jump-off. *

L'amazzone britannica, quarta a partire in questa seconda gara, ha davvero gettato il guanto di sfida e ha messo molta pressione ai suoi avversari tagliando il traguardo in 38.36s, costringendo tutti a prendere ogni rischio. "Che cavallo!" ha esclamato lasciando l'arena "Onestamente non ho altre parole, Denver è incredibile. Si comporta bene in qualsiasi tipo di classe, Grand Prix, Coppa delle Nazioni e velocità, è una vera star. Non avrei potuto sperare in un inizio migliore della competizione. Sono stato più fortunata che nella competizione precedente perché ho potuto guardare gli altri cavalieri nel primo turno e anche nel jump-off. Questo mi ha permesso di vedere come potevo guadagnare tempo e una volta in campo mi sono buttata". Il colombiano Carlos Enrique Lopez Lizarazo, anche lui dando tutto su G & C Arrayan, non era lontano, a pochi decimi di secondo in 38.57s. Così come il francese Julien Epaillard, spesso considerato imbattibile quando si tratta di velocità: è arrivato terzo con il suo cavallo vincente di giovedì, Usual Suspect d'Auge (38.83s).

Il Gran Premio CSI 2* 1,40m è andato alla francese Mégane Moissonnier. Con non meno di 82 partenti e 30 qualificati per il jump-off, vincere non era un compito facile. Alla fine, 15 cavalieri sono passati al secondo turno e il francese, in sella a Ureka de Roy, ha vinto in 36,48 secondi. "Ho trovato il percorso abbastanza difficile da guidare, ma ci sono così tanti buoni cavalieri che ci sono sempre un sacco di round in queste gare", ha spiegato Mégane. La mia cavalla è stata brillante, ha saltato anche meglio della settimana scorsa, quindi sono davvero entusiasta di questa vittoria e spero che faremo altrettanto bene domani nella 1,45m". Un podio 100% francese, visto che è stata seguita da Clément Boulanger e Vaya de Lacke in 36,64s e Olivier Perreau con Dalton du Morion (38,66s).

L'italiano Emanuele Gaudiano, noto per essere un avversario formidabile quando si tratta di andare veloce, ha vinto la categoria di velocità da 1.50m del CSI5* con la sua fedele Carlotta 232, con la quale ha recentemente vinto a Valencia, Monaco e Valkenswaard. L'azzurro si è regalato questo nuovo successo, fermando il cronometro dopo 59,07s. "Carlotta è estremamente veloce e ha saltato molto bene anche oggi. È costante e mi ha dimostrato ancora una volta che posso sempre contare su di lei. Sono assolutamente felice di questa nuova vittoria qui a Grimaud", ha detto la vincitrice. Se la britannica Holly Smith non è stata in grado di tenere il passo con il ritmo frenetico impostato dal cavaliere italiano, è comunque arrivata seconda in 62.72s con Fruselli. Il francese Kevin Staut era invece 3° con Athos des Genets (63.28s).

In sella a una cavalla di soli 7 anni, Obelia Vd Bisschop, il britannico Jackson Reed Stephenson ha vinto il CSI 2* 1,30m in 28,76s. La francese Marion Skalli, già vittoriosa la settimana scorsa con Evidence des Douces, giovedì ha ottenuto il secondo posto con Rialto de Chassignol (30,65s). La canadese Danielle Lambert, allenata dal campione olimpico Philippe Rozier, ha completato la top three con Conrad Sunheup Z (31,26s).

Questa seconda settimana dell'Hubside Fall Tour sembra essere sotto auspici favorevoli per la giovane Noa Verel che, dopo la sua vittoria di giovedì nel CSI 1* - 1,25m, ha ottenuto i primi due posti nella classe di velocità CSI 1* 1,25m. La cavallerizza della regione francese Auvergne-Rhône Alpes ha cavalcato un magnifico giro con Balduion 35 in 28.70s, dopo aver già saltato in modo netto con Urbane de Ribaudiere in 30.01s. "Ero davvero motivato a ottenere una seconda vittoria", ha esclamato Noa quando sono stati annunciati i risultati. "Sono stata fortunata ad avere due cavalli in classe e che Urbane sia stato sorteggiato per primo dei due. Alla fine del round, ero già in testa con la mia cavalla, ho solo cercato di mantenere lo stesso obiettivo e di stringere le curve con Balduin, che è il mio vero partner nelle classi di velocità". Il terzo posto è andato alla cavallerizza messicana Sara Maria Hank Gueirrero e H5 Hard to Get (30,73s).

Sempre nel CSI 1*, Sabine Maitrot Charmasson che ha vinto la classe di velocità 1m con Baeleen Quid (27,85s) ha fatto il doppio rivendicando la classe di velocità 1,15m, questa volta in sella a Guapa-S (31,05s). Dietro, la messicana Sara Maria Hank Guerreiro su Catokia 2 e la belga Louise Castro con Etreinte sono arrivate rispettivamente seconda (36.10s) e terza (38.85s).

Appuntamento oggi per il 3° giorno di gara con il Grand Prix da 1.50m del CSI 5*.

TUTTI I RISULTATI QUI https://online.equipe.com/fr/competitions/43566

Hubside Jumping Grimaud - Golfe de St Tropez | Foto (Holly Smith & Denver) ©Sportfot

HSJ

facebook

Centri Ippici

facebook