Da: "La zoppia del cavallo, conoscere per capire" del dott. Vittorio Meschia. Appiombi e dispiombi parte 1

meschia 1 ..jpg

Da: "La zoppia del cavallo, conoscere per capire" del dott. Vittorio Meschia.
Appiombi e dispiombi parte 1

Ogni corpo in posizione statica, per mantenere la stabilità e l'equilibrio, deve distribuire la sua massa in base al suo centro geometrico, denominato baricentro.
Il cavallo scarica il peso della sua massa corporea verso il terreno attraverso i vari segmenti dello scheletro. La disposizione e la proiezione dei segmenti ossei devono seguire delle linee rette, sagittali per la colonna vertebrale e verticali per gli arti.
Se rientrano in queste linee abbiamo un appiombo corretto e una equilibrata distribuzione del peso. Se esorbitano da queste linee, siamo in presenza di un dispiombo che provocherà un maggior carico sui segmenti che escono dai limiti,
Posizionandoci di lato, di fronte, di dietro, (visione laterale, frontale, caudale) a un cavallo in stazione, potremo osservare il suo appiombo.
La potenza del carico ha due coefficienti:
1) la massa corporea se prendiamo due cavalli di diverso peso in stazione sullo stesso terreno vedremo che l'orma del cavallo più pesante sarà più profonda.
2) L'altezza da cui inizia la discesa del carico: un cavallo sul terreno duro, per una minore estensione dei suoi segmenti ossei, riduce la misura in lunghezza dell'arto e ne diminuisce la potenza, per cui avremo un'orma  meno profonda; viceversa su un terreno soffice, per una maggiore estensione dell'arto, avremo un'orma più profonda.
APPIOMBI
la linea di gravità inizia dalla parte centrale alta dell'avambraccio e scende dividendo in parti uguali la faccia laterale dell'arto fino a raggiungere il tallone esterno.
VISIONE LATERALE DEGLI ARTI POSTERIORI.
Due sono le linee a cui si fa riferimento.
La prima linea parte dalla punta della natica, scende tangente al garretto, allo stinco al nodello e cade verticalmente dietro lo zoccolo.
La seconda linea parte dall'articolazione dell'anca e scende fino a dividere in parti uguali lo zoccolo.
VERSIONE FRONTALE ARTI ANTERIORI
La linea parte dalla punta della spalla e, dividendo in parti uguali la faccia anteriore dell'arto, cade al centro dello zoccolo.
VISIONE CAUDALE ARTI POSTERIORI
La linea parte dalla punta della natica, scende dividendo in parti uguali la faccia posteriore dell'arto e cade nel mezzo dei talloni.
COLONNA VERTEBRALE
Per analizzare l'allineamento della colonna vertebrale dobbiamo immaginare una linea sagittale che parte dall'arcata mandibolare, sfiora il garrese, la groppa e termina al di sopra delle vertebre coccigee.

Horse srl edizioni
© Riproduzione riservata

facebook

Centri Ippici

facebook