Dal libro del dr Vittorio Meschia :Struttura microscopica dello zoccolo

meschia 1 .jpg

Un nuovo capitolo della nostra rubrica dedicata alla veterinaria tratto dal manuale "la zoppia del cavallo, conoscere per capire del dott. Vittorio Meschia".La struttura microscopica del piede del cavallo è uno dei capolavori della natura. La breve descrizione seguente consente di comprendere come la struttura interna dello zoccolo sia finalizzata a realizzare grande resistenza ed estrema flessibilità per supportare la terza falange, proteggendola dalla concussione derivante dall'impatto con il terreno. Ricordiamo che nel galoppo vi è una fase nella fase tutto il peso del cavallo grava su un unico piede.
Composizione dello zoccolo
Lo zoccolo è composto da tre strati: il primo strato o strato esterno che possiamo vedere ad occhio nudo, la cosiddetta unghia.
Lo strato medio costituisce la maggior parte della parete ed è un tessuto non pigmentato  formato da microscopici tubuli cornei immersi in un tessuto chiamato unghia intertubulare.
I tubuli cornei sono responsabili della forza e della elasticità dello zoccolo. All'interno dei tubuli vi sono cellule che assorbono l'acqua che consente ai tubuli di flettersi e comprimersi.
Lo strato interno consiste di 600 o più lamine cornee ( estensioni tissutali a forma di dito) che si intersecano con la lamina sensitiva che risiede vicina.
Le lamine cornee dello strato interno si denominano strato lamellare e hanno una funzione sensitiva.

Queste lamine sono una struttura estremamente "intelligente"  che unisce un grande potere di coesione ad una grande prestazione elastica.
Le lamine sensitive sono ricche di vasi e ricoprono l'osso, le cartilagini alari e le barre sensitive della suola.
Le appendici delle lamine sensitive si intersecano con quelle dello strato interno.
La terza falange è attaccato alle lamine sensitive, a loro volta legate allo strato interno, per cui la terza falange è letteralmente sospesa.
Al termine delle appendici delle lamine sensitive vi sono le papille dove si trovano le cellule che producono le lamine cornee, la parete media e la suola. Queste cellule prendono il nome di strato germinativo.
La linea bianca è la giunzione tra la suola e la muraglia, alla quale dà tramite l'orlo plantare. Si estende per tutta la superficie dello zoccolo, anche se noi possiamo vedere solo la zona della suola.

Da: "La zoppia del cavallo, conoscere per capire" del dott. Vittorio Meschia.

Horse srl edizioni.

Acquistabile contattando horseshowjumping@gmail.com

© Riproduzione riservata

facebook

Centri Ippici

facebook