Arabian horses: We, Women - Anna Maria Raffa

Anna Maria Raffa...JPG

Sono Anna Maria Raffa, una ragazza come tante altre che lavora nel mondo dei cavalli arabi; la mia esperienza è iniziata nel 2006, anno in cui ho comprato il mio primo stallone arabo da sella. In precedenza avevo già avuto altri cavalli, ma non arabi.
La mia passione, come per tante altre persone, ha fatto parte di me fin dalla nascita, ricordo bene, infatti, fossi affascinata da questi magnifici animali fin da bambina.
Ricorso anche la mia primissima esperienza con un cavallo arabo in una scuola di equitazione, frequentata da piccola. Anche se non avevo esperienza con i cavalli di questa razza e nonostante la mia inesperienza generale con i cavalli, specialmente quelli arabi, ho provato una sensazione unica, che è rimasta con me tutta la vita, ed è iniziata quando ho incrociato lo sguardo di quel cavallo Arabo e l'ho montato per la prima volta.
Ora che lavoro da anni nel mondo dei cavalli arabi questa sensazione ritorna e mi accompagna ogni giorno. Oggi è amplificata dall'avere l'opportunità di prendermi cura di un cavallo fin dalla sua nascita. Condivido la mia passione con mio marito, Diego Zoppellaro, un allenatore.
Gestiamo insieme il nostro centro di addestramento, il Zoppellaro Arabian Training Center, che non è solo il nostro lavoro ma rappresenta tutta la nostra vita.

La maggior parte dei cavalli di cui mi prendo cura quotidianamente non sono di mia proprietà, ma mi affeziono ad ognuno di loro come se lo fossero e ciascuno occuperà ìsempre una parte del mio cuore, alcuni più di altri. Ognuno ha una parte molto riservata di se stesso.

Nella mia vita e nei miei progetti futuri spero che questi magnifici e unici animali cotninuino ad esserci e sono convinta che ci saranno (perché il cavallo PSA è e sarà sempre parte della mia vita).

In futuro vorrei trasmettere ai miei figli e a tutte le persone che posso la passione che ho per questo bellissimo animale è anche in grado di dare molto. La passione può spingere le persone a lottare come ho fatto io per seguire i miei sogni e riuscire a lavorare in questo mondo in cui le donne hanno un ruolo spesso consideratomarginale, ma, per molti versi, essenziale.

SPERO CHE NEL FUTURO LE DONNE POSSANO AVERE PIù RICONOSCIMENTO DEL PROPRIO LAVORO E QUESTO PERCHE' MOLTI RUOLI SONO RIVESTITI DA DELLE DONNE IN MODO ANCHE PIU' ACCURATO RISPETTO A COME SAREBBERO SE FOSSERO DI UOMINI, AD ESEMPIO, L'ASSISTENZA DURANTE E POST PARTUM DATO CHE, SECONDO LA MIA ESPERIENZA, NOI DONNE SIAMO MOLTO PIU' PAZIENTI E CI APPROCCIAMO IN MODO PIU' TRANQUILLO E NATURALE.


Testo e progetto di Giorga Mauri, Tutto Arabi Magazine
Foto concessa da Tutto Arabi Magazine

HSJ

facebook

Centri Ippici

facebook