PASSIONE CAITPR: Perchè Passionecaitpr piace a Google e non solo

passione caitpr.5.jpg

Un excursus intorno a un brand legato al Cavallo Agricolo Italiano che ha segnato un cambio di passo legato ad una corretta, quanto efficace, comunicazione di una razza.
In un’epoca dominata da smartphones e social network, la comunicazione di contenuti che funzionano è diventato una delle discipline trasversali più meritevoli di attenzione.
Al di là di ogni strategia è proprio la qualità dei contenuti digitali a determinare il successo di qualsiasi operazione di promozione.
A ogni livello di progettualità, dal libero professionista alla grande azienda, la mutazione della comunicazione si è configurata come un processo inarrestabile, una vera e propria "digital disruption".
L’evoluzione di format che veicolano le informazioni sulla rete si è evoluta a livello inimmaginabile.
Non solo i contenuti sono stati protagonisti di una crescita esponenziale:  l’incremento del pubblico e lo sviluppo dei cosiddetti nativi digitali di ogni singola nicchia ha reso questo tipo di informazione più rilevante in ogni settore.
36.158 follower sulla pagina facebook (in aumento continuo), milioni di persone raggiunte con i propri post e una permanenza costante nelle popular page legate ai propri hashtag.
La cosa più complicata è come si fa a scegliere i modelli, i format e i pattern più appropriati per i nostri interlocutori sul web, sui social è non di meno off-line.

MA COME CI SIETE RIUSCITI?

Ce lo racconta Annalisa Parisi, presidente della nuova associazione nazionale allevatori di cavallo agricolo PASSIONECAITPR M.G.P.S. che diversi anni fa ha ideato questo BRAND.

Devo raccontare che quando mi sono avvicinata al cavallo agricolo all'inizio del XXI secolo, ho subito notato un aspetto che mi ha colpita in maniera particolare.
C'era sempre qualcosa che stonava, ma non riuscivo a capire bene cosa fosse.
Un ambiente molto chiuso,  spesso troppo auto-referenziale, che in ogni tipologia di attività non mancava mai di rapportarsi al cavallo più in senso bovino che prettamente equino.
"Si è sempre fatto così" - "Le cose non cambiano..." - "Non pensare a cambiare le cose, il nostro ambiente non gradisce".
MAH...
In totale franchezza mi è sempre sembrato un atteggiamento abbastanza strano.
Un po' come se il Cavallo Agricolo esulasse dalle dinamiche equestri che invece coinvolgono tutte le altre razze.
Semplicemente ho sempre considerato quegli "modus operandi" sufficientemente mediocri da dover essere bypassati e anche con una certa velocità.
E così creando un  BRAND che si è affermato fin da subito in tutti gli ecosistemi di riferimento negli ultimi 14 anni, attraverso attività di valorizzazione continua e costante della razza, siamo riusciti a ritagliarci una nicchia che ben ci identifica e che incarna nell'immaginario collettivo la "promozione del CAITPR".
Come siamo riusciti ad ingrandirci così tanto? Oggi credo di averlo capito.
Il mercato, qualunque mercato, ha i propri target di riferimento.
É proprio dall'identificazione dei diversi target che deriva il posizionamento di qualunque BRAND.
Qualche anno fa c'era uno slogan pubblicitario di un vino che recitava pressappoco così: "Per molti, ma non per tutti!"
Ed è proprio questo, assieme al duro ed incessante lavoro che ne è derivato, a fare di PASSIONECAITPR un brand unico.

Non siamo per tutti... è idealmente sbagliato anche solo pensarlo. Chi va bene per tutti, poi alla fine non va bene per nessuno.
Siamo per quelli che condividono la nostra vision. Come è anche giusto che sia.
Prima cosa ci abbiamo messo la faccia, sempre,  e non abbiamo cercato il compromesso: abbiamo portato avanti nei modi e nei tempi la nostra visione all'esterno.
Seconda cosa ogni nostra scelta si è basata su fondamenti etici: il cavallo, anzi il CAITPR al centro, ma sempre nel pieno rispetto del suo essere.
Terza cosa - senza fretta ma senza sosta - abbiamo realizzato tanti progetti, collaborazioni importanti nazionali ed internazionali, eventi, manifestazioni o semplicemente micro-attività (o macro in base ai punti di vista) di capillarizzazione sui territori sempre tenendo fede alla nostra visione originaria, con i fatti, però.
Quarto, ed ultimo, ogni nostra attività non è mai mancato il tratto distintivo che è racchiuso nel brand stesso, la PASSIONE.

Insomma, la vecchia formula elaborata da Aristotele circa 2.300 anni fa "Ethos, Logos e Pathos" ha sortito i suoi effetti e che dire... continuiamo sicuramente su questa strada.
Noto come fenomeni di emulazione siano abbastanza frequenti nel nostro habitat.
Ogni "due per tre" sui vari social spuntano gruppi, pagine e profili come fossero funghi all'inizio dell'autunno.
Qualche decina di visualizzazione, condivisioni molto spesso a uffa senza senso, qualche iscritto, 10, 100, 500, 520, 550, 600... e poi finisce là.
Ovviamente questa non è una critica, quanto piuttosto un'analisi tecnica.
Volete sapere perché finisce subito?
Perché tornando alle linee guida di Aristotele, oggi non è più sufficiente mettere le foto di un cavallo davanti a una vigna per raccontare che si fa il vino a trazione animale.
Perché poi è la foto a parlare per noi e quindi parlano un po' tutto in quello scatto: gli attrezzi, i finimenti, gli omini intorno... per non parlare dei cavalli.
Non basta farsi un selfie per raccontare al mondo che si vuol bene al proprio cavallo.


Più sinteticamente... non basta raccontare per essere creduti.
Bisogna fare e per fare ci vuole competenza e grande senso del dovere, costanza, pazienza... ma non solo nel fare i POST, ovviamente.  Competenza, più di tutto, comunque.
Il web è saturo di queste cose!
Quello di cui il web non è saturo è di storie vere, non di post raccontati.
E torniamo a Goethe, "senza fretta ma senza sosta".


Divergevano due strade in un bosco... ed io presi la meno battuta
Di lì tutta la differenza è venuta!
- Robert Frost -

Per chi volesse approfondire l'Associazione Nazionale Allevatori PASSIONECAITPR M.G.P.S. organizza per i propri Allevatori dei webinar a tema per insegnare le basi della promozione dei propri allevamenti sulle piattaforme social. Gli incontri avvengono on-line e prevedono la partecipazione massima di 8 iscritti per volta.

Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa PASSIONECAITPR M.G.P.S.
ufficiostampa@passionecaitpr.it   
Facebook:   www.facebook.com/passionecaitpr
Instagram:  www.instagram.com/passionecaitpr

facebook

Centri Ippici

facebook