Osteopatia equina - Anche ai cavalli si possono applicare i tape!

tape cavallo 1.JPG

Il Kinesiotaping, o Taping neuromuscolare, è una tecnica di “bendaggio” che utilizza un nastro adesivo ed elastico, chiamato tape, in grado di creare una facilitazione neuromuscolare al sistema su cui è applicato, atta a stimolare un processo di autoguarigione del corpo.
Questa tecnica è molto comune in ambito umano e può essere applicata da diverse figure.
Anche nell’ambito equino si può scegliere di applicare un tape, in particolare esso può essere applicato alla fine del trattamento osteopatico.
È importante precisare che il suo utilizzo non sostituisce il trattamento, ma lo mantiene.
Per esempio, se tratto un cavallo che risulta molto contratto sulla parte cervicale/scapolare, dovrò in prima seduta eseguire delle tecniche di rilassamento muscolare e successivamente potrò applicare un tape, in loco, per mantenere l’allungamento dei muscoli nei giorni successivi.
Non ci sono controindicazioni nel suo utilizzo, ma la sua applicazione non deve essere fatta a caso e da chiunque.
A seconda di come viene applicato e del taglio scelto avrà diverse funzioni e agirà su diversi sistemi.

Le caratteristiche vantaggiose del suo utilizzo sono:
•    traspirazione e permeabilità
•    elasticità elevata
•    assenza di farmaci o ingredienti chimici
•    ipoallergico
•    simile per spessore e peso alla cute
Il suo utilizzo è in genere associato al campo sportivo, alla fase di recupero post-operatorio, post-traumatico o nelle zone cicatriziali.
Il tutto parte dalla valutazione dell’aera dove verrà applicato e dalla scelta della lunghezza e posizione del tape.
In seguito si smusseranno gli angoli del nostro nastro, affinché la sua durata sia prolungata, e verrà applicato con la giusta tensione e direzione.
La sua attivazione avviene solo fornendogli calore, per cui sarà necessario anche una fase di massaggio finale.
Il dubbio principale che hanno tutti è la durata di applicazione: per la mia esperienza è di circa 2/3 giorni, ma dipende anche da dove è collocato, da quanto lavoro è sottoposto il cavallo e se è tosato o meno.

Passiamo alle funzioni di questa tecnica:
•    Mantiene l’effetto dei trattamenti tra le varie sedute
•    Genera un leggero sollevamento della cute creando un effetto “Vacuum” e riducendo la compressione dei tessuti
•    Fornisce una sensazione di maggiore movimento
•    Riduce il ristagno di fluidi nei tessuti (azione di drenaggio)
•    Rilassa o rafforza la muscolatura
•    Lavora sulle aderenze cicatriziali
•    Riduzione del dolore e dell’affaticamento muscolare
•    Riduzione dei crampi muscolari/spasmi e della possibilità di lesione da stress
•    Correzione delle disfunzioni articolari
È essenziale ricordarsi che l’utilizzo del taping diventa funzionale se applicato dopo una qualsiasi terapia manuale, senza quest’ultima, ha poco se non nessun effetto.

Francesca Motta, Esperta in Osteopatia Animale

HSJ 

Seguici su Instagram: @horseshowjumping.tv
Seguici su Facebook: @horseshowjumping.tv

facebook

Centri Ippici

facebook