Osteopatia equina: sapevate che anche il cavallo può avere mal di testa?

Francesca motta osteopatia equina 1.JPG

Quando dico ai miei clienti che il proprio cavallo potrebbe avere il mal di testa, mi guardano straniti. Esso si manifesta spesso anche nei cavalli, esattamente come per noi umani e per la maggior parte delle altre specie.
Il problema di base è che gli animali hanno l’impossibilità di comunicarlo e ciò lo rende difficile da indentificare e molto spesso viene sottostimato da chi li accudisce.
Non avete mai notato un cavallo leggermente letargico e che risponde agli stimoli esterni in modo anomalo?
I classici comportamenti sono lo sbattere la testa contro oggetti o persone, l’apatia, l’asocialità, l’irritabilità (soprattutto se si toccano zone della testa o si cerca di mettere dei finimenti) e l’appoggiare la fronte negli angoli o contro noi stessi.
Purtroppo la sua esistenza non è riconosciuta da tutti, spesso si pensa che siano dei comportamenti dati dal troppo lavoro o dal cambio climatico, o, nei casi in cui si sospetti questo problema, non si sa mai come risolverlo.
A noi basta prendere una pastiglietta, rilassarci un po’ e tutto torna come prima, ma ai cavalli cosa possiamo fare?
In quanto osteopata non posso che consigliare un trattamento osteopatico, che sicuramente allevierà i segni manifestati.
Il trattamento che prediligo è di tipo cranio-sacrale: il frontale è l’osso cranico maggiormente colpito in questo tipo di condizione.
Con questa particolare terapia osteopatica si ristabiliscono i normali micro movimenti che avvengono tra le varie ossa del cranio che, molto spesso a causa di un trauma, vengono meno, rendendo la scatola cranica un’entità fissa, incapace di adattarsi alle modifiche che il cervello può avere nei vari momenti della giornata.
Le cause dell’insorgenza di questo problema posso essere di tipo vascolare, nervoso, duramerico e muscolare.
Non c’è ragione per cui il sistema vascolare a livello cerebrale, che è una delle principali cause di questa patologia nell’uomo, non debba dilatarsi nello stesso modo anche nel cavallo.
Ogni animale ha una sua soglia del dolore e un suo modo di manifestarlo, soprattutto quando si tratta di problemi di questo tipo.
I blocchi a livello delle vertebre cervicali, spesso legati al tipo di lavoro o a vecchi traumi alla testa (ignorati perché avvenuti prima che il cavallo venisse comprato), sinusiti o più spesso patologie ai denti, che non permettono di masticare adeguatamente, sono spesso causa di mal di testa nei cavalli.
Comuni disturbi della masticazione possono esercitare pressioni anomale a livello dell’articolazione temporo-mandibolare e quindi portare al problema.

Anche le allergie, dato il rilascio di istamina che si ha quando si incontra un allergene, sembrano avere un certo ruolo nel suo sviluppo.
Come posso aiutare il mio cavallo?
Sedute periodiche con il dentista potrebbero prevenire il problema; essere sicuri che sella e finimenti si adattino bene all’anatomia del nostro animale; limitare al massimo tutte le possibili cause di stress.
I cavalli in lavoro o che hanno subito qualche trauma, anche da puledri, dovrebbero essere periodicamente trattati da un osteopata, perché alterazioni a livello osseo o muscolare, sono molto spesso causa di problemi fisici invalidanti, tra cui il mal di testa.
I segni di cui vi ho parlato all’inizio, utili per “diagnosticare il mal di testa”, non sono sempre quelli, ma se si impara ad osservare con occhio attento il proprio cavallo e i suoi normali comportamenti, si possono evidenziare precocemente atteggiamenti e alterazioni della personalità, che, con molta probabilità, si possono riferire al mal di testa, riuscendo magari a prevedere le conseguenze che da questo possono scaturire.
Performance sportive non costanti e scarsa concentrazione possono essere legate ad episodi di questo tipo ed interpretati come difficoltà caratteriali.
Anche noi, quando abbiamo il mal di testa non siamo produttivi e facciamo fatica a svolgere anche i lavori più banali.
La differenza è che noi pazienti umani ne abbiamo la consapevolezza e possiamo comunicarlo a chi ci sta vicino o al nostro dottore, gli animali no.
Pensi che il tuo cavallo abbia dei disturbi? Il mio consiglio è di prenotare un check up osteopatico per capirne di più sul suo benessere generale.

HSJ © | Instagram: @horseshowjumping.tv ; Facebook: @horseshowjumping.tv

Testo e foto di Francesca Motta, Esperta in Osteopatia Animale.

facebook

Centri Ippici

facebook