Brillante Steve Guerdat vince il GP all'Hubside Jumping Grimaud, Italia al sesto posto con Camilli

Steve Guerdat & Victorio des Frotards ©Sportfot.jpg

Steve Guerdat 1°, Peder Fredricson 2°, Simon Delestre 3°, sarebbe difficile sognare un podio migliore per concludere questa seconda settimana dell'Hubside Fall Tour! In sella a Victorio des Frotards, l'intoccabile svizzero non ha dato scampo ai suoi avversari aggiudicandosi il Gran Premio Hubside Jumping Grimaud - Golfe de Saint Tropez 5* da 1,60 m dopo un jump-off degno del più grande rendez-vous! Alla fine della mattinata, il pluricampione era già vittorioso nella min class del CSI 2* con il suo ottimo Ulysse des Forêts.

Una doppietta svizzera a Grimaud!

Steve Guerdat si è regalato un'innegabile vittoria nel Grand Prix 1.60m CSI 5* ! Campione olimpico, campione europeo a squadre, ex numero uno al mondo e recente vincitore del Gran Premio di Calgary, il cavaliere svizzero su Victorio des Frotards, un castrone di 12 anni, ha mostrato ancora una volta la portata del suo talento all'Hubside Jumping Grimaud - Golfe de St Tropez.

13 ostacoli e 16 salti attendevano i 42 cavalieri sulla lista di partenza domenica pomeriggio, tra cui 5 dei primi 10 del mondo. Non appena il percorso è stato aperto, il tedesco Daniel Deusser (#1) ha comunicato le sue sensazioni: "Il percorso include diverse difficoltà, ciò che il progettista propone è piuttosto difficile, in particolare la combinazione finale (un doppio verticale-oxer) che causerà molti errori. Anche il tempo giocherà contro di noi, dobbiamo essere veloci ma non perdere la precisione". Questo era un eufemismo!

Fin dai primi passi, quest'ultima linea - la doppia al n° 12 seguito da una verticale finale sei falcate dopo - si è rivelata la vera prova, privando i francesi Alexa Ferrer, Philippe Rozier, Kevin Staut, Jeanne Sadran, Grégory Cottard ma anche la svedese Angelica Augustsson Zanotelli e l'italiano Piergiorgio Bucci di un posto nel jump-off.

Bruno Garez n°11 ad entrare nell'arena è stato il primo a trovare il modo per affrontare al meglio il percorso. Accompagnato da United Sunheup, ha lasciato il ring senza abbattere barriere, ma con un errore di tempo. Solo dopo 18 partenti e con il virtuosismo del n°1 al mondo, il tedesco Daniel Deusser, si è visto il primo giro netto di  questo Gran Premio. In sella a Casallvano, avendo trovato la chiave, ha fatto da apripista per i netti ed è stato rapidamente raggiunto dal colombiano Carlos Lopez, dall'italiano Emanuele Camilli, che ha chiuso infine al sesto posto con zero errori in 49.71s, dal francese Simon Delestre, dal campione olimpico svedese Peder Fredricson, dallo svizzero Steve Guerdat e dagli americani Laura Kraut e Spencer Smith e, infine, dall'irlandese Billy Towmey.

Primo a partire nel jump-off, Daniel Deusser ha messo subito sotto pressione i suoi compagni di gara con un giro perfetto e molto veloce, ha infatti chiuso in 44.48s. Non è stato sufficiente per impressionare i cavalieri del 5* che seguivano, a cominciare dall'americana Laura Kraut che è andata più veloce di oltre un secondo. Sempre un grande interprete ai massimi livelli, il 16enne Chesall Zimequest, cavalcato da Simon Delestre, ha ripetuto l'impresa permettendo al suo cavaliere di prendere il comando in 42.94s. Ma questo senza considerare i due grandi nomi che sarebbero scesi in campo successivamente. Prima Peder Fredricson, medaglia d'oro a squadre a Tokyo, questa volta in sella a H&M Christian K, ha terminato il suo giro in 40.42s, poi Steve Guerdat che, tagliando il traguardo e fermando il cronometro a 40.28s, ha rubato la vittoria per 14 centesimi di secondo al suo avversario svedese. "Sono felicissimo, lui salta sempre bene qui a Grimaud, ma spesso fa degli errori quindi non vedevo l'ora che la mia fortuna cambiasse e così è stato oggi", ha detto il vincitore dopo la premiazione. "Ho già vinto qui con Victorio e farlo di nuovo è sempre piacevole. Nel jump-off può essere molto veloce, ma quando ho visto il tempo di Peder ho esitato a correre tutti i rischi perché parte la prossima settimana per Barcellona e non volevo esagerare. Alla fine, una volta nell'arena non mi sono fatto troppe domande, ho continuato e mi sono detto che se andava bene tanto meglio, se non andava bene, non importava, non avevo niente da perdere. Il percorso ha causato molti errori, come abbiamo visto nella prima parte della gara. Una delle difficoltà qui a Grimaud è che gli ostacoli sono relativamente leggeri e i cavalli fanno facilmente errori di potesteriore nonostamte non saltino male, ma gli errori vengono fatti più facilmente qui che altrove. Questa performance con Victorio mi dà fiducia per la prossima settimana, ci dirigeremo in Spagna per la finale di Coppa del Mondo".

Non si può dire che non avesse avvertito i suoi compagni di gara della sua grande forma. Qualche ora prima, il plurimedagliato aveva vinto il Gran Premio 1,45m 2*. Sull'esperto Ulysse des Forets, è stato una delle 12 coppie a qualificarsi per il jump-off, completando un round perfetto. Poi 39,32s è stato il tempo che Steve Guerdat ha impiegato per finire il suo jump-off e prendere il comando.  Il resto del podio è stato al 100% francese con Guillaume Roland Billecart e Ustica des Luthiers (39,95s) poi, nientemeno che Fanny Skalli, che avev avinto la scorsa settimana la stessa categoria con il suo fantastico Jonka-A (40,25s).

Seconda vittoria questa settimana per Julien Epaillard. In sella a Cheyenne d'Auge, una cavalla di 9 anni di Diamant de Semilly, il francese ha vinto la 1.40m del CSI 2* a due fasi in 36.82s. "È una cavalla che sta ancora imparando, è  stata allevata in casa e ha solo 9 anni", ha spiegato il cavaliere della Normandia. "È abbastanza difficile da gestire, ma questa è anche la sua migliore qualità perché è estremamente veloce e in questo tipo di gara è importante. Si sta davvero evolvendo, penso davvero che in futuro salterà 1,45/50m e sarà competitiva a questo livello. Se non sarà così, si ritirerà in pensione perché il suo lignaggio è uno di quelli che apprezzo molto, tutto quello che posso dire è che non sarà mai in vendita".  Dopo aver vinto poco prima il Gran Premio del CSI1* - 1,35m, la giovane Noa Verel si è piazzata questa volta al 2° posto con 3q Qalisya (38,50s). L'israeliano Robin Muhr, che ha tenuto il comando per la maggior parte della categoria, è arrivato 3° con Baccarat Meniljean (39,24s). Nella top ten del GP 2* di ieri ritroviamo anche l'amazzone italiana Giulia Martinengo Marquet che in sella a Quick And Easy ha terminato la categoria con 4 penalità in 40.46s.

È quello che si chiama un fine settimana di successo per il francese Noa Verel! Il binomo che forma con Balduin 35, ha ottenuto una tripla vittoria, dopo quelle di giovedì e venerdì nelle categorie di velocità nel CSI* da 1,25m, ieri ha vinto la 1,35m del CSI 1* Grand Prix. Alla fine di un jump-off che ha visto partire 8 cavalieri, sono stati i più veloci ad aver tagliato il traguardo, in 36.38s.  "Non ho saltato come avrei voluto nel primo round, ma ho comunque ottenuto un netto. Per il jump-off invece gli ho chiesto di più e gli ho fatto capire che era più serio degli altri giorni", ha scherzato il cavaliere. "Ha saltato molto meglio nel secondo turno! È un cavallo con cui posso andare veloce e con cui posso stare fuori dai salti perché è generoso e ha molte capacità. Non appena mi sente in modalità battaglia, dà tutto" La belga Eva Jennen con Emalie Terma G Z è arrivata seconda (42,90s), mentre la sua connazionale Stéphanie d'Andrimont si è piazzata terza con Dubai de Riverland (43,85s).

Dopo due settimane intense, le porte dell'Hubside Jumping Grimaud - Golfe de St Tropez si sono chiuse. Ma non per molto, perché il 7 ottobre, i migliori show-jumpers del mondo si ritroveranno per la seconda parte dell'Hubside Fall Tour nel cuore della Costa Azzurra. Il presidente e fondatore di Hubside Jumping, Sadri Fegaier, e il suo team, hanno programmato un CSI 4* dal 7 al 10 ottobre e, ancora, un CSI 5* dal 14 al 17 ottobre.

Risultati qui https://online.equipe.com/fr/competitions/43566

Hubside Jumping Grimaud Golfe de St Tropez | Foto Sportfot

HSJ

facebook

Centri Ippici

facebook