Arte: il Cavallo al salto di John Constable .

Constable - Studio per cavallo al salto.jpg

Con l'arte figurativa, vedremo un movimento pittorico in cui il cavallo è ritratto nel'ambiente naturale; ovvero la pittura di paesaggio, un genere che si sviluppa nei primi decenni dell'Ottocento e trova in Inghilterra i suoi migliori interpreti, tra cui appunto John Constable.
Nell'opera Il cavallo al salto, l'autore inserisce l'elemento dinamico del cavallo durante il salto in un contesto che evoca calma e tranquillità: il paesaggio campestre. I due elementi non risultano in contrapposizione tra loro, anzi creano quella simbiosi armonica tanto cara  all'artista, che si distingue appunto per la sua capacità di interpretazione del pittoresco e del rapporto simbiotico tra uomo e natura, infatti lo scopo principale del pittore era quello di fissare su tela e dare duratura esistenza ad un breve attimo colto nel tempo, e questo dipinto è quello, tra i suoi lavori, che meglio dimostra il raggiungimento di questo obiettivo.
Constable si distingue dagli altri paesaggisti per le sue attente analisi: egli si dedica infatti principalmente al paesaggio e lo dipinge fedelmente, con sapienti tocchi di bianco che rendono visibili anche i riflessi di luce sugli elementi rappresentati.
E' un pittore che ritocca spesso i suoi lavori, ma da abile artigiano qual era conosceva il valore della pazienza, aspettava infatti che il colore si asciugasse prima di stenderne di nuovo; infatti la stesura a pennello avveniva in un secondo momento, soltanto dopo la stesura a spatola delle parti di colore più estese, che assumevano in questo modo più "spessore".
Il suo stile è piuttosto diverso da quello dei pittori suoi contemporanei, che era più fluido, tuttavia Constable si distingue dagli altri proprio per la sua capacità di rendere all'immagine una sorta di tridimensionalità, che la rendeva appunto più realistica. (C.M.)

facebook

Centri Ippici

facebook