Campionati Europei 2021: il titolo a squadre va alla Svizzera, ottima performanca per Brotto e Garofalo

Team Svizzera foto FEI (c).jpg

Si è chiusa ieri, sabato 3 settembre, la gara a squadre dei Campionati Europei di Riesenbeck 2021. Il titolo è stato vinto dalla squadra Svizzera formata da Elian Bauman, Bryan Balsiger, Martin Fuchs e Steve Guerdat
che hanno chiuso con 4 penalità questo secondo round della seconda competizione finendo in testa con un punteggio di 9,47.
Argento per la Germania, team composto da Andre Thieme, Marcus Ehning, Christian
Kukuk e David Will, che ha chiuso con 4 penalità raggiungendo 12,77 punti.
Il team Belga, formato da Pieter Devos, Jos Verlooy, Olivier Philippaerts e Nicola Philippaerts, ha terminato il giro con 8 penalità che si sono sommate alle 9,34 del giorno precedente chiudendo con un punteggio di 17,34 al terzo posto della classifica.
La svezia è passata alla quarta posizione, Douglas Lindelow,
Angelica Augustsson Zanotelli, Rolf-Göran Bengtsson e Peder Fredricson, hanno finito questi Europei con 27,59 punti.

CLASSIFICA COMPLETA SQUADRE https://results.hippodata.de/2021/1991/docs/r02t_final.pdf

Oggi giornata di riposo in vista della finale individuale di domenica
riservata ai migliori 25 binomi della classifica dopo tre giornate di
gara che vedono attualmente in testa ancora Martin Fuchs e Leone Jei.
Ieri il secondo posto nella classifica individuale è andato al tedesco Andre Thieme su DSP Chakaria, mentre l'ultimo gradino del podio è stato conquistato dal Belga Pieter Deos in sella a Jade vd Bisschop.

Finiscono a testa alta i due azzurri che hanno affrontato come individuali il secondo round della gara a squadre che a Riesenbeck ha assegnato le prime medaglie.

Fabio Brotto e la grigia italiana Vanità delle Roane sono stati artefici di una prova importante mostrando grande sicurezza su percorsi di massima entità come quello di oggi. Il cavaliere veneto ha chiuso con un percorso netto macchiato solo da una penalità per il fuori tempo, e con un totale di 13.64 si è piazzato al 27° posto ad un soffio, quindi dall’accesso alla finale di domenica. Cosa che tuttavia potrebbe concretizzarsi nel caso di rinunce di qualcuno dei qualificati.

Buona anche la prestazione di Antonio Maria Garofalo con Conquistador che ha affrontato con determinazione il percorso nel corso del quale ha commesso un errore sull’ostacolo numero 11 accumulando anche una penalità per il fuori tempo. L’azzurro ha così portato a termine il campionato con 19.10 penalità complessive in 38° posizione.

Piergiorgio Bucci, che in sella a Naiade d'Elsendam Z era rientratro tra i migliori 50 ed avrebbe potuto scendere in gara anche oggi, ha invece preferito non essere tra i partenti.

“Oggi  Antonio e Fabio sono stati protagonisti di prove veramente importanti - queste le parole del Cittì Duccio Bartalucci. – Entrambi, e con loro i rispettivi cavalli, hanno dimostrato capacità, consapevolezza e soprattutto tenuta per competere in appuntamenti di più giorni come un campionato europeo che, come sempre dico, è tutt’altra cosa di una coppa delle nazioni o di un gran premio. In prospettiva le indicazioni raccolte sono quindi senz’altro buone. Cosa che auspicavo di ricevere dato che per noi Riesenbeck, come sempre dichiarato, sarebbe stata una tappa del percorso di verifica per i nuovi binomi inseriti nel giro delle prime squadre. Certo, rimane il rammarico per il risultato non certo brillante, e per aver dovuto rinunciare a due pedine che avrebbero potuto aggiungere qualcosa. Ora dobbiamo però buttarci alle spalle le vicissitudini che ci hanno portato qui e guardare avanti. Passando per lo CSIO di Aquisgrana dove, visto anche questo Europeo, possiamo schierare una squadra con ottime chance per dire la sua, il prossimo obiettivo è la finale del circuito delle Coppe delle Nazioni di Barcellona tra meno di un mese. Aquisgrana e i due appuntamenti romani del Global Champions Tour serviranno per definire i cinque della nostra rappresentativa per Barcellona."

CLASSIFICA INDIVIDUALE https://www.longinestiming.com/equestrian/2021/longines-fei-jumping-euro...

Fonte dichiarazione FISE | foto (c) FEI

facebook

Centri Ippici

facebook