Arabian horses: We, Women - Kathleen Ohlsson

WE WOMEN KATHLEEN OHLSSON--.JPG

Il mio nome è Kathleen Ohlsson, ho 37 anni e allevo cavalli arabi in Svezia.
Ho avuto il mio primo cavallo arabo quando avevo 13 anni e da allora mi sono appassionata a questa razza. Mia madre con cui vivevo non si occupava affatto di cavalli, ma ha costruito una piccola scuderia con due box nel nostro giardino dove mi ha gentilmente concesso di tenere il mio cavallo arabo e un pony.
Quando avevo 20 anni, ho comprato il mio primo stallone arabo e lavoravo in una scuderia di Warmbloods. Ho imparato molto sull'allevamento, l'inseminazione, i puledri e così via. È stato quello il momento in cui ho decidso che voglio essere un allevatore e concentrarmi di più su quella parte invece che sull'equitazione.

Un paio di anni dopo, ho importato le mie prime due cavalle da riproduzione.
Oggi, gestisco una scuderia insieme a mio marito. Abbiamo circa 15 cavalli, uno stallone UE approvato e sono un'esperta nell'inseminazione, nel lavoro di laboratorio e tutto ciò che ne consegue. Spediamo il seme e vendiamo cavalli in tutto il mondo. Amo questo lavoro!

Penso che, come nel resto del mondo e in tutti gli affari, ci sia un lato sia positivo che negativo nell'essere una donna. Penso che fosse più difficile quando ero più giovane. Dovevi provare di valere più alle altre persone che a me stessa, la gente a volte pensava male di te e, soprattutto, ha dei preconcetti.
Se fossi stato un giovane uomo con uno stallone e una scuderia di proprietà, penso che la gente mi avrebbe applaudito più facilmente.

PENSO CHE LA COSA PIU' IMPORTANTE SIA CREDERE IN SE STESSI, CREDERE NEL TUO PROGRAMMA DI ALLEVAMENTO O IN QUELLO CHE FAI IN GENERALE. AVERE LA TUA VISIONE DELLE COSE, LA TUA OPINIONE E PROVARE A CIRCONDARTI DI PERSONE CHE APPREZZI E, SI SPERA, DI CUI TI PUOI FIDARE. PERSONE CHE TI DIANO ENERGIA. NEGLI ANNI HO TROVATO UN TEAM DI LAVORO DI BRAVE PERSONE E PENSO CHE L'AMICIZIA SIA LA COSA PIU' IMPORTANTE PER AIUTARSI VICENDEVOLMENTE AD ANDARE AVANTI.

La passione per i cavalli arabi mi ha guidata. Anche se è un mondo davero difficile e a volte ho pensato davvero cosa ci facessi qui, non ho mai mollato perchè amo questa razza e il mio lavoro.

PENSO DI ESSERE UN BUON ESEMPIO DI PERSONA LIBERA, CHE FA CIO' CHE VUOLE E CREDE NEI SUOI SOGNI. BISOGNA ESSERE GENTILE, RIMANERE UMILI, MA NON LASCIATE MA CHE NESSUNO TI CALPESTI.



Testo e progetto di Giorgia Mauri per Tutto Arabi Magazine

HSJ

Seguici su Instagram: @horseshowjumping.tv
Seguici su Facebook: @horseshowjumping.tv

 

facebook

Centri Ippici

facebook