Master di Parigi: al via i dieci migliori cavalieri del mondo

longines master...JPG

Dal 5 all'8 dicembre 2019, per la sua undicesima edizione, il Longines Masters di Parigi accoglie la crema dei cavalieri internazionali. A Parigi-Villepinte, di fronte agli attesi 50.000 spettatori, dieci stars del mondo e non meno di sette campioni olimpici gareggeranno sui campi del francese Grégory Bodo, evento "realizzato da EEM World" che hanno fatto la reputazione internazionale della competizione proposta da Christophe Ameeuw.
Saranno presenti lo svizzero Steve Guerdat, numero 1 al mondo, e Martin Fuchs, secondo nella ranking e campione europeo in carica; dal lato tedesco, Mannschaft ha delegato i suoi due ambasciatori più in forma, Daniel Deusser, e Christian Ahlmann. La Svezia presenta il grande Peder Fredricsson, quarto miglior cavaliere del momento, campione europeo 2017, e anche Henrik von Eckermann, 12 ° nella classifica di Longines. Sono attesi anche i neo campioni della squadra europea, il belga Pieter Devos (7 °), Jerome Guery, Grégory Wathelet e Jos Verlooy, così come l'americano Kent Farrington, 8 °, l'irlandese Daghagh Kenny, 9 °, o il Olandese Harrie Smolders, 11 °.
Sette campioni olimpici
Inoltre, sette cavalieri olimpici hanno risposto all'appello dei Longines Masters Paris 2019. Steve Guerdat (Londra 2012) certamente, ma anche il cavaliere brasiliano Rodrigo Pessoa (Atene 2004) o l'iconico Eric Lamaze (Pechino Hong Kong) 2008). Naturalmente, il pubblico potrà contare sui quattro campioni olimpici a squadra, Penelope Leprévost, Kevin Staut, Roger-Yves Bost e Philippe Rozier. Il quartetto di Rio 2016 sarà accompagnato da Simon Delestre e Julien Epaillard per rappresentare la Francia.
Da parte dei giovani
Il Longines Masters di Parigi è sempre stato ansioso di aprire la sua strada a talenti promettenti. Questo spirito di apertura e opportunità offerto ai giovani per acquisire una preziosa esperienza è il DNA del Riders Lab lanciato a giugno 2019 da Christophe Ameeuw in occasione dei Longines Masters di Losanna. Selezionato per unirsi alla promozione parigina del Riders Lab 2019, il canadese Kara Chad, il belga Pieter Clemens, il campione europeo Younbg Riders nel 2015, il suo connazionale Arnaud Doem, il francese Edward Levy e per l'Italia, Filippo Bologni. dei Longines Masters di Parigi. Particolarmente attesa anche, l'americana Jessica Springsteen, dovrà confermare gli eccellenti risultati ottenuti recentemente sul suolo francese.

©Alea/Alexis_Anice

Blizko Communication

facebook

Centri Ippici

  • show jumping usa
facebook