Gli allevatori moderni e la tecnica dell'embrio transfer

IMG_1576.JPG

Con l'evoluzione della scienza veterinaria si è modificato anche il processo di allevamento dei cavalli sportivi, evolutosi sensibilmente grazie alle moderne tecnologie e conoscenze del settore.

Questo argomento è stato illustrato alla Palm Beach Equine Clini nel corso di un incontro con la dottoressa Katie Atwood.

L'allevatore moderno ha la possibilità di avviare una produzione mirata a seconda delle caratteristiche che più si desiderano sviluppare: per fare qualche esempio, è possibile selezionare una produzione considerando come priorità non solo la salute e le potenzialità sportive della prole, ma seguendo precisi criteri di selezione gli allevatori sono in grado di prolungare la carriera sportiva dei propri soggetti destinati allo sport, oppure di prolungare la carriera riproduttiva dei soggetti da riproduzione.

Attualmente sta andando molto in voga l'utilizzo dell'embrio transfer come tecnica riproduttiva e in molte aste di cavalli sportivi i puledri vengono addirittura venduti direttamente in fase embrionale.

L'embryo transfer è una metodologia molto utile soprattutto per allevatori che dispongono di fattrici con un'ottima linea genetica ma ancora impegnate nell'attività sportiva, la fattrice viene ingravidata e dopo circa 7/10 giorni l'embrione viene identificato ed estratto dall'utero della prima fattrice tramite un lieve intervento non invasivo, in seguito viene trasferito nel grembo di una seconda fattrice che porterà a termine la gravidanza consentendo alla fattrice atleta di proseguire con la sua attività agonistica.

Questo sistema consente inoltre di produrre da una stessa fattrice un numero di puledri più elevato nell'arco della sua carriera, cosa che risulterebbe molto più limitata seguendo il metodo tradizionale se si considerano gli 11 mesi di gestazione e gli eventuali impegni che una carriera sportiva impone.

I cavalli ora vengono avviati alla riproduzione nell'età ottimale per loro, mentre prima all'età di 16 o 17 anni un cavallo era considerato sostanzialmente vecchio o comunque non più giovane, ora non di rado si vedono cavalli di quell'età impegnati in competizioni di alto livello con ottimi risultati.

La tecnica dell'embryo transfer si è diffusa molto inizialmente soprattutto nelle discipline del dressage e del polo, l'embrione fecondato può essere congelato e trasferito con le dovute accortezze da un continente all'altro.

 

Source: Press Release 

 

www.equineclinic.com

facebook

Centri Ippici

facebook