A Bruxelles vertice dei veterinari europei per il caso Brexit

Per evitare che la tanto chiacchierata "Brexit" possa in un futuro mettere a repentaglio l'alto livello raggiunto in ambito di salute pubblica e animale e dell'ambiente, la Federazione Europea Veterinari (FVE) è al lavoro in questi giorni a Bruxelles per portare a termine un negoziato che ha come scopo quello di fissare dei punti chiave.

Tra questi, i più importanti sono quelli che riguardano l'aggiornamento costante dei dati condivisi tra Regno Unito e Unione Europea, la garanza di continua collaborazione nel campo della ricerca medica, scientifica e tecnologica, la garanzia di non ridurre la disponibilità di medicine per affrontare stati di emergenza o difficoltà al fine di garantire la salute e la protezione degli animali, il tutto per mantenere e possibilmente migliorare l'attuale livello di efficienza sanitaria a tutela degli animali e dei consumatori in ottica import-export attraverso controlli e certificazioni veterinarie.

Gran parte dell'attenzione è focalizzata inoltre sulla formazione dei veterinari, per i quali la FVE sta lavorando per garantire loro il riconoscimento internazionale del proprio percorso di studi e la mobilità dei professionisti sul territorio europeo.

Altro punto in fase di sviluppo è l'intervento di un terzo paese in qualità di supervisore durante i controlli e le certificazioni in caso di import-export nel settore alimentare per ogni animale o prodotto di origine animale commercilizzato da e verso l'estero.

Source: www.beva.org.uk

facebook

Centri Ippici

facebook