A tu per tu con Ingrid Klimke

Ingrid Klimke GER Horseware Hale Bob OLD DHL Preis Aachen 2017 credits CHIO Aachen photographer

Questa settimana dedichiamo molta attenzione alla disciplina del completo, la numero uno del completo europeo nonchè campionessa olimpica nel 2008 a Pechino Ingrid Klimke ci ha raccontato qualcosa di sè, dei suoi cavalli e della sua vita da completista.

Iniziamo il nostro viaggio alla "scoperta" Ingrid Klimke dal suo ultimo successo, la medaglia d'oro individuale ai campionati europei conquistata in sella ad Horseware Hale Bob OLD.

Ingrid ama definirsi soprattutto una trainer di giovani cavalli e questo soggetto è il più bell'esempio di crescita sportiva: Horseware Hale Bob OLD è arrivato a soli cinque anni nella scuderia di Ingrid da giovane cavallo da salto ostacoli di belle speranze, abbiamo chiesto ad Ingrid come e quando ha riconosciuto in lui le gesta e le potenzialità di un cavallo da completo e quando ha realizzato che avrebbe potuto avere un reale successo in questa disciplina.

"Mi piace soprattutto la sua attitudine e la sua determinazione, è un cavallo a cui piace saltare e che ha molto talento nel farlo. Horseware Hale Bob OLD è un cavallo davvero molto divertente che ama galoppare e oltretutto è anche un combattente vero".

- Qual'è stato il tuo primo pensiero dopo aver vinto il titolo europeo con Horseware Hale Bob OLD?

"Ho pensato a mio padre che mi assisteva dall'alto"

- Quali sono le caratteristiche che apprezzi di più in Horseware Hal Bob OLD?

"Ha un grande carattere e attitudine nel cross che è anche una attività che lo diverte, è veloce e il suo galoppo è facile da supportare su ogni tipo di terreno, può risolvere situazioni difficili grazie alla forza che ha nelle gambe che possiedono i saltatori di qualità, la sua è paragonabile a quella da un cavallo da hunting."

- Come gestisci il suo programma di allenamento?

"Un giorno è libero e trascorre tutta la giornata al paddock, un altro è dedicato alla longe con i cavalletti con la mia collaboratrice Carmen, ogni cinque giorni l'allenamento consiste in una uscita sulle colline al galoppo e poi a rotazione sessioni di dressage, lavoro con i cavalletti e sessioni dedicate alla flessibilità, non è un programma strutturato in modo troppo rigido e nemmeno ripetitivo".

- Ci sono altri giovani cavalli promettenti presenti nella tua scuderia con i quali stai lavorando? Con quanti giovani cavalli e studenti stai lavorando? 

"Nella mia scuderia sono presenti 15 cavalli in allenamento per le discipline del dressage e del completo delle età più disparate: a partire dai 4 anni fino ad Abraxxas che ne ha 20 e sta godendosi la pensione, per me lavorano con i cavalli 4 persone."

- Parliamo di te, quando hai cominciato a dedicarti all'equitazione prima ed al completo poi e chi riconosci come la persona più influente nella tua carriera? Chi altro è stato invece il tuo aiuto più prezioso? Hai un idolo sportivo?

"Sono cresciuta con mio padre, Reiner Klimke che mi ha trasmesso il fascino dei cavalli, è stata la persona che mi ha ispirato maggiormente nonchè la persona che mi ha avviato agli sport equestri nella maniera più tradizionale, mi ha insegnato a gestire i giovani cavalli e ad avviarli nello sport".

- Quante ore al giorno dedichi all'allenamento di un giovane cavallo in preparazione?

"Ad ogni cavallo viene dedicata un'ora in sella, qualcuno necessita di più tempo per la fase di riscaldamento rispetto ad altri e qualcun altro è invece molto facile da preparare per il lavoro, dipende dal soggetto".

- Oltre ad essere amazzone di grande successo sei anche una insegnante della scuola primaria, questo tipo di attività è iniziata dopo molta esperienza fatta con i giovani cavalli: in che modo ha influito con essa e che cosa hanno in comune tra loro queste due attività? Esiste un progetto in cui sono coinvolte entrambe?

"Mi piace insegnare, aver studiato per farlo è stato senz'altro molto utile per tenere i miei seminari".

- Che progetti hai per il futuro? 

"Continuare a preparare giovani cavalli sportivi, rendere stimolante anche per i cavalli un programma di allenamento è la mia priorità".

- Hai mai avuto esperienze da allevatrice di cavalli sportivi? Se no, ti piacerebbe?

"Non è una strada che seguirei, ho provato ma non sono stata molto fortunata in quel tipo di attività".

 

Un ringraziamento a Ingrid Klimke ed al suo entourage che ci hanno dedicato parte del loro preziosissimo tempo.

 

Riproduzione riservata: www.horseshowjumping.tv Marzia Cucchetti

 

Photo: Ingrid Klimke GER Horseware Hale Bob 

DHL Preis CHIO Aachen 2017 copyright CHIO Aachen/Photographer 

facebook

Centri Ippici

facebook